IL CMAE SI PRESENTA SUI SOCIAL NETWORK

IL CMAE SI PRESENTA SUI SOCIAL NETWORK

Cari soci,

come qualcuno di voi avrà già notato, da circa una settimana siamo sbarcati sui canali social Twitter e Instagram (mentre la pagina Facebook del Club era già attiva).

Un passo necessario al giorno d’oggi, per un Club che si fonda e sostiene grazie alla partecipazione dei propri soci: con loro e per loro lavoriamo a ogni iniziativa. Ma il nostro obiettivo è anche quello di coinvolgere sempre più persone, e farci conoscere a tutti gli organi e operatori del settore, dalle aziende alle Istituzioni.

Per fare ciò, ci serve anche il vostro aiuto! Abbiamo voglia e bisogno che i media e la gente parlino di noi, prendendo parte alle nostre iniziative e diffondendo il verbo, come si dice in gergo.

Farci conoscere non è solo una missione come Club, ma anche uno stimolo a fare sempre meglio per i nostri iscritti, coinvolgendo i soci nuovi e quelli affezionati in attività sempre più interessanti e di livello.

Sappiamo che l’utilizzo dei canali di comunicazione più moderni può sembrare territorio di un’altra generazione ma, soprattutto in questo caso, ci sentiamo ancora di più tirati in causa. Come sapete, da quest’anno è stata inaugurata la nuova sezione dedicata agli “under 35”, e gli stessi vincitori dell’ultima edizione del nostro fiore all’occhiello, il Trofeo Milano, raggiungevano in due appena 35 anni.

Da sempre il motto del nostro Club è “Il futuro… del passato”. E oggi, parlare di futuro senza abbracciare i canali di comunicazione 2.0, non ha senso. Siamo inoltre sicuri che, anche se anagraficamente i nostri soci e le “nostre” vetture non sono più giovanissime, lo spirito di ognuno di noi è e sarà sempre il più gagliardo possibile, grazie alla forte e indiscutibile passione che ci unisce.

Seguiteci dunque, e fate like a tutte le nostre pagine ufficiali!

Vi basterà cliccare ai seguenti link sottostanti e, se avete un profilo personale già attivo, verrete reindirizzati direttamente:

Facebook https://www.facebook.com/cmaemilano/

Twitter https://twitter.com/cmaemilano

Instagram https://www.instagram.com/cmaemilano/

I nostri account social saranno una occasione per condividere ogni momento passato insieme e rimanere sempre aggiornati su tutte le attività del Club in tempo reale.

Per qualsiasi dubbio di natura tecnologica potete chiedere aiuto ai vostri figli, nipoti… o contattare il nostro ufficio stampa ufficiostampa@cmae.it!

Grazie

 

 

TERRA CHIAMA LUNA…

TERRA CHIAMA LUNA…

Il cosmonauta italiano, Tenente Colonnello Walter Villadei, è passato al nostro padiglione di Milanofil 2018 per un saluto e una particolare foto alla guida della mitica Renault Voiturette Type C 3,5hp del 1900, simbolo di continuità tra il Passato e il Futuro. Grazie Tenente Colonnello e alla prossima!

http://www.aeronautica.difesa.it/comunicazione/notizie/Pagine/Scuola_Spazio_al_tuo_futuro.aspx

MERCOLEDI 28 FEBBRAIO ALLE 18,30, PRESENTAZIONE AL CMAE: “IL RITROVAMENTO DELL’ S79 NEL DESERTO LIBICO”

5 OTTOBRE 1960 – NOTIZIA DALLA RADIO NAZIONALE:

“…e’ stato ritrovato il relitto di aereo militare italiano nel deserto…”

Se volete saperne di più tenetevi liberi il 28 febbraio 2018 alle ore 18.30.

Presso il CMAE ci sarà un’interessantissima ed avvincente presentazione dal titolo:

“IL RITROVAMENTO DELL’S79 NEL DESERTO LIBICO”,

dedicata al capo collaudatore Max Capelli, padre del nostro socio Fausto.

Il bombardiere SIAI MARCHETTI ( il “gobbo maledetto”), che ha fatto storia ed è stato l’orgoglio della nostra aeronautica militare, equipaggiato con motori Alfa Romeo, ha avuto un ruolo determinante nel secondo conflitto mondiale. Il 21 aprile 1941, in occasione di una missione militare, non fa ritorno alla base e scompare nel nulla. A quasi 20 anni di distanza viene casualmente ritrovato nelle sabbie del deserto, con all’interno i resti di parte dell’equipaggio e con tutti i segreti custoditi al suo interno, compreso quelli legati alle cause dell’episodio…

Il relatore sarà il Prof. Carlo Barbieri dell’Università Ambrosiana di Milano.

Vi aspettiamo numerosi per una serata indimenticabile nella quale sentirete una storia affascinante piena di spunti coraggiosi dei nostri aviatori, con proiezione di filmati e di foto inedite dell’epoca.